.

.

sabato 31 marzo 2018

Casatiello napoletano

pronti a mettere le mani in pasta insieme allo Chef napoletano Roberto Di Pinto per preparare una delle prelibatezze partenopee per eccellenza? Il casatiello napoletano! Simile come impasto a quello del pane ma insaporito dal ripieno di salame tipo Napoli e Pecorino, oltre ad una generosa spolverata di pepe, il casatiello napoletano è una preparazione rustica protagonista del menu di Pasqua. La caratteristica inconfondibile? Le uova fresche ingabbiate nell'impasto a ciambella e che i bambini solitamente si litigano tavola il giorno di Pasqua! Naturalmente ogni famiglia ha la sua tradizione, soprattutto rispetto al ripieno... l'importante comunque è essere generosi e abbondare in formaggi e salumi! Armatevi degli strumenti necessari per preparare un saporitissimo casatiello napoletano, iniziando dai più importanti: mani e...amore! iniziando dai più importanti: mani e...amore! Casatiello dolce alla frutta Ingredienti per l'impasto (per uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro) Acqua 375 g Farina 00 650 g Lievito di birra fresco 10 g Sale fino 15 g Pepe nero q.b.Casatiello napoletano LievitatiPane 4,3/5 Roberto Di Pinto Roberto Di Pinto è uno chef vulcanico e sempre alla ricerca di nuovi stimoli. La sua carriera è iniziata a Napoli nella storica… CONTINUA 400 Difficoltà: elevata Preparazione: 40 min Cottura: 75 min Dosi per: 8 persone Costo: medio NOTA: + 1 ora e mezza di lievitazione Presentazione Casatiello napoletano Pronti a mettere le mani in pasta insieme allo Chef napoletano Roberto Di Pinto per preparare una delle prelibatezze partenopee per eccellenza? Il casatiello napoletano! Simile come impasto a quello del pane ma insaporito dal ripieno di salame tipo Napoli e Pecorino, oltre ad una generosa spolverata di pepe, il casatiello napoletano è una preparazione rustica protagonista del menu di Pasqua. La caratteristica inconfondibile? Le uova fresche ingabbiate nell'impasto a ciambella e che i bambini solitamente si litigano tavola il giorno di Pasqua! Naturalmente ogni famiglia ha la sua tradizione, soprattutto rispetto al ripieno... l'importante comunque è essere generosi e abbondare in formaggi e salumi! Armatevi degli strumenti necessari per preparare un saporitissimo casatiello napoletano, iniziando dai più importanti: mani e...amore! Casatiello dolce alla frutta Ingredienti per l'impasto (per uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro) Acqua 375 g Farina 00 650 g Lievito di birra fresco 10 g Sale fino 15 g Pepe nero q.b. Strutto 25 g Olio extravergine d'oliva 25 g PER IL RIPIENO Salame napoletano 150 g Pecorino 150 g PER DECORARE Uova 4 Per preparare il casatiello napoletano, iniziate versando il lievito di birra fresco in acqua a temperatura ambiente (1), mescolate per scioglierlo (2), quindi versate la miscela nella tazza di una planetaria dotata di gancio (3). Casatiello napoletano Unite anche gli altri grassi: l'olio e lo strutto (4). Iniziate a lavorare a velocità bassa gli ingredienti e poco per volta aggiungete metà della dose di farina, aiutandovi con un cucchiaio (5). Una volta che la farina sarà assorbita e avrete ottenuto una sorta di pastella, unite il sale (6). Casatiello napoletano A questo punto unite la farina rimasta in una sola volta (7) e continuate a lavorare a velocità media. L'impasto dovrà avere una consistenza morbida, ma non eccessivamente. Ci vorranno circa 10 minuti di lavorazione con la planetaria (8). Altrimenti potete lavorare con la planetaria per 5 minuti e i restanti 5 a mano sul piano di lavoro. Una volta terminata la lavorazione, arrestate la planetaria e trasferite l'impasto sul piano di lavoro (9) giusto il tempo di dare una forma sferica; lasciatelo riposare sul piano di lavoro mentre preparate il ripieno, non ci sarà bisogno di coprirlo. Casatiello napoletano Togliete la pelle al salame e tagliatelo a fette non troppo sottili nel senso della lunghezza (10), poi riducetelo a striscioline e infine a cubetti (11). Con un coltello eliminate la crosta dal Pecorino (12) Casatiello napoletano e realizzate dei cubetti sempre piuttosto grossi come quelli del salame (13): in questo modo salame e formaggio si avvertiranno nel ripieno. Riprendete l'impasto, prelevatene un pezzetto (circa 80 grammi) (14) e tenetelo da parte: vi servirà per sigillare le uova sul casatiello successivamente. Appiattite leggermente l'impasto (15) Casatiello napoletano versate i cubetti di Pecorino e salame sull'impasto (16), e lavoratelo con le mani fino a quando tutti gli ingredienti saranno incorporati (17-18). Casatiello napoletano Spolverizzate il tutto con abbondante pepe nero (meglio se macinato al momento) (19) ed impastate in modo da farlo assorbire (20). Maneggiate l'impasto per estenderlo a filoncino (21) Casatiello napoletano E quando sarà sufficientemente lungo (22), prendete uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro e imburratelo; posizionate il filoncino realizzato all'interno dello stampo (23) unendo e sigillando le due estremità (24). Casatiello napoletano Ora ponete in maniera verticale le uova crude in 4 punti ben distanziati del casatiello facendo una leggera pressione (25); quindi riprendete l'impasto messo da parte e lavorate 8 pezzetti per formare dei filoncini (26), che potrete posizionare a croce sulle uova per ingabbiarle (27). Casatiello napoletano Una volta terminato coprite il casatiello con un canovaccio pulito (28) e lasciatelo lievitare a temperatura ambiente lontano da correnti d'aria per circa 1 ora, 1 ora e mezza. Una volta che il volume sarà quasi raddoppiato (29) cuocete il vostro casatiello napoletano in forno statico preriscaldato a 170° per 75 minuti, nel ripiano più basso del forno. Una volta cotto (30), lasciatelo intiepidire, quindi sformatelo delicatamente e ponetelo su un piatto da portata. Il vostro casatiello napoletano è pronto per essere condiviso con tutta la famiglia! Conservazione Il casatiello si può conservare ben coperto per 3-4 giorni a temperatura ambiente e in un luogo fresco ma ben coperto con pellicola o sotto una campana di vetro.






domenica 18 marzo 2018

Penne con zucchine

Penne con zucchine un piatto davvero squisito che piace a tutta la famiglia.. provate... ingredienti Ingredienti Tempo di preparazione 40 minuti olio cipolla peperoncino zucchine penne Preparazione Bollite in una pentola dell'acqua per la pasta e nel mentre rosolare, in una padella anti aderente, l'olio, la cipolla tritata finemente e un pò di peperoncino. Dopo che la cipolla comincia a imbiondirsi versare le zucchine tagliate a rondelle e lasciar cuocere per un minutino, poi versate un mezzo bicchiere d'acqua e terminate la cottura delle zucchine.
Appena bolle l'acqua buttate la pasta, scolatela e aggiungetela alle zucchine nella padella facendola insaporire per un paio di minuti. Aggiungete se volete della mozzarella tagliata a dadini e fate cuocere per altri due minuti, quindi servite.
..

tagliatelle ai funghi porcini

Piatto invernale per eccellenza, le fettuccine ai funghi porcini non sono difficili da preparare, ma come tutte le cose semplici, vanno fatte seguendo scrupolosamente alcuni consigli che le renderanno perfette! DOSI PER 4 persone PREPARAZIONE 25 Minuti COTTURA 3 Minuti TEMPO TOTALE 28 Minuti INGREDIENTI PER 4 PERSONE 400 gr di tagliatelle all'uovo secche 200 gr di funghi trifolati 1 spicchio di aglio qb sale qb olio EVO qb peperoncino 1 rametto di prezzemolo fresco La fettuccine ai funghi porcini le abbiamo mangiate tutti, sono un “grande classico” della cucina autunnale, proprio perchè in questo periodo dell’anno abbiamo la possibilità di comprare, o magari raccogliere, ottimi funghi porcini. Si tratta di una ricetta molto semplice, ma che per essere realizzata alla perfezione ha bisogno di piccole ma fondamentali attenzioni. Ecco due accorgimenti fondamentali per preparare delle tagliatelle ai funghi porcini bilanciate: Non vanno usati né panna néburro, perché ne snaturerebbero il sapore: per delle ottime tagliatelle ai funghi porcini bastano aglio, olio, prezzemolo ed ovviamente funghi porcini freschi! Visto che la pasta all’uovo assorbe molto liquido, per evitare che le tagliatelle diventino troppo asciutte (proprio perchè nella loro preparazione non utilizzeremo panna o burro), conservate sempre un pò di acqua di cottura, che poi aggiungerete al piatto quando le amalgameremo con i funghi, per ottenere la giusta cremosità. COME PULIRE I FUNGHI NEL MODO GIUSTO. A prima vista sembrerebbe superfluo dare consigli su come pulire i funghi porcini, ma quando vengono comperati freschi, togliere tutta la terra nel modo giusto ha una grande importanza. Vi basterà seguire questi semplici passaggi: Adagiate i funghi su un foglio di giornale, con la testa rivolta verso il basso. Così facendo gli eventuali parassiti, disturbati dall’odore della carta, tenderanno a salire verso l’alto e potranno essere individuati ed eliminati. Eliminate le basi terrose dei cambi con un coltellino. Staccate i gambi dai cappelli con un movimento rotatorio e raschiate delicatamente la parte inferiore del cappello per eliminare tutta la terra residua. Prendete un panno umido e pulite a fondo ma delicatamente tutto il fungo. Ricordatevi che i porcini non andrebbero mai lavati sotto l’acqua, perché tendono ad impregnarsi, e perderebbero tutto il loro aroma. Dopo queste poche ma utili indicazioni, non ci resta che augurarvi buon appetito! PROCEDIMENTO
Prendete una padella antiaderente con un filo di olio, aglio e peperoncino. Soffriggete per qualche minuto finchè l'aglio non diventerà dorato. Trifolate i funghi porcini, precedentemente mondati, con aglio,olio e prezzemolo. Cuocete le tagliatelle all'uovo in acqua salata. Saltare le tagliatelle in padella con i funghi per circa 1 minuto. A fuoco spento guarnire con il prezzemolo. Servirle ben calde.


sabato 27 gennaio 2018

mamma di 4 gemelli

Così, nel 2014, al momento dell’ ecografia, i nostri “futuri eroi” sono stati informati che ben 4 sono i bambini che nasceranno! La meraviglia e lo stupore hanno lasciato ben presto il posto alla preoccupazione, in quanto le gravidanze multiple faticano, da statistica, a superare le 31 settimane. Ed in effetti è ciò che è accaduto. Informati dallo staff medico che la situazione stava creando seri problemi ad uno dei nascituri per la mancanza di nutrimento, Ivana e David si sono trovati difronte ad una scelta non facile e da prendere senza troppo tempo per riflettere: O continuare la gravidanza così, consapevoli che uno dei gemelli rischiava di non arrivare vivo alla nascita, o tentare un parto anticipato, sapendo in questo caso che le possibilità di successo complessive sfiorano il 50%. Con tanto ottimismo la coppia ha dato il via libera per questa seconda opzione! Scopri di più su 

martedì 7 marzo 2017

CORNETTONE ALLA NUTELLA

Il cornettone è nella top ten dei miei dolci dei ricordi legati soprattutto al periodo dell’adolescenza: Bastava davvero poco per essere contenti: Un cornettone maxi, tanta cioccolata e tanta buona compagnia, si divideva con gli amici in parti uguali rendendo felici tutti. ingredienti: 250 g di farina 00 250 g di farina Manitoba 250 ml di latte intero 1 uovo medio 1 tuorlo 4-5 g di lievito di birra secco o 15 g di lievito di birra fresco 100 g di burro morbido 80-100 g di zucchero semolato aroma a scelta ( io un cucchiaio di estratto di vaniglia) 1 cucchiaino raso di sale + 1 tuorlo per spennellare la superficie Nutella q.b. Procedimento cornettone alla Nutella Preparate un lievitino aggiungendo in una ciotola 100 g di farina manitoba, un cucchiaino di zucchero semolato ed il lievito di birra secco. Mescolate ed aggiungete 90 ml di latte intero a temperatura ambiente, mescolate con un cucchiaio di legno, coprite con pellicola e fata riposare in luogo tiepido per circa 40 minuti. N.b Tutti gli ingredienti del lievitino sono presi dal totale. Se usate il lievito di birra fresco, dovrete scioglierlo nel latte leggermente tiepido e poi unirlo alla farina.
Il cornettone può essere realizzato anche a mano seguendo gli stessi passaggi l’importante è ottenere un panetto ben liscio ed omogeneo oppure con Bimby seguendo le indicazioni del libro base. Di seguito vi riporto i passaggi per l’impastatrice. Quando il lievitino è raddoppiato, trasferitelo nella ciotola dell’impastatrice, aggiungete tutti gli ingredienti: la farina 00, la restante farina Manitoba, l’uovo, il tuorlo, lo zucchero, la vaniglia ed il latte. Cominciate ad impastare con la frusta a foglia per circa 5 minuti. Gli ingredienti dovranno solo amalgamarsi. Cambiate la frusta a foglia ed inserite il gancio. Impastate per circa 10 minuti, inserendo man mano il burro ammorbidito, in più riprese. Non aggiungete burro se il precedente non è stato completamente assorbito. L’impasto dovrà staccarsi completamente dalla ciotola. Se dovesse risultate appiccicoso aggiungete un altro poco di farina, questo dipende dalla farina stessa che utilizzate e dal suo grado di assorbimento. Diversamente se non vi risulta morbido aggiungete un poco di latte. In ultimo aggiungete il sale. Prendete l’impasto formate un panetto e trasferitelo in una ciotola ben coperto e fate lievitare in forno spento con lucetta accesa per circa 3 ore oppure in luogo tiepido e asciutto. Trascorso il tempo necessario, l’impasto dovrà raddoppiare di volume, prendete il panetto e senza lavorarlo troppo stendetelo su di una spianatoia leggermente infarinata. Siccome il cornetto è maxi vi servirà una spianatoia abbastanza grande o comunque spazio sufficiente per poterlo stendere.
Il procedimento è uguale a quando preparate dei classici cornetti di pasta brioche, dovrete formare un triangolo molto grande e stendere l’impasto a circa 1 cm e 1/2 di spessore. Praticate un taglietto alla base e arrotolatelo dalla base verso la punta.
^_^

sabato 4 marzo 2017

TORTA KINDER BUENO

LA TORTA KINDER BUENO, UNA VERA DELIZIA , PIENA DI CIOCCOLATO , TANTI KINDER BUENO, A CASA MIA LA PREPARO SPESSO, PER LA GIOIA DEI MIEI BAMBINI, NE VANNO MATTI,. LA RICETTA CHE MI POSTO, MOLTO SEMPLICE , SI PUO' FARE COL BIMBY, OPPURE SENZA, PROVATE POI MI DIRETE, PASSIAMO SUBITO AD ELENCARE GLI NGREDIENTI , E LA SUA PREPARAZIONE : Ingredienti per la base: 140 gr di farina di nocciole, 250 gr di burro, 250 ml yogurt alla nocciola, 4 uova grandi, 280 gr di cioccolato fondente, 250 gr di farina 00, 280 gr di zucchero superfino, 20 gr di cacao amaro, vanillina, 4 cucchiaini di lievito Per la farcitura: Nutkao, 50 ml latte condensato, 500 gr panna montata, 1 cucchiaino di Nutella, 14 Kinder Bueno Procedimento: In una terrina rompere le uova e aggiungere lo zucchero, lavorare con le fruste elettriche. Nel frattempo a bagnomaria sciogliere il cioccolato ed il burro e aggiungerlo al composto preparato precedentemente. Aggiungere anche lo yogurt alla nocciola ( si può sostituire anche con del latte), e dare una mescolata. Unire la farina di nocciole, la farina 00, il cacao amaro, il lievito e la vanillina e continuare a mescolare. Versare l'impasto in una tortiera imburrata e
infarinata. Mettere in forno preriscaldato a 170°C e cuocere per 30 minuti circa. Ripetere lo stesso procedimento per un'altra torta. Dividere a metà le torte ottenendo quattro strati. Preparare la crema unendo a 400 ml di panna montata il latte condensato e due cucchiaiate e mezzo di nutkao e mescolare. Iniziare a farcire il primo strato con la crema, aggiungere pezzettini di Kinder Bueno e proseguire con il secondo e proseguire fino all'ultimo disco di torta. Ricoprire i bordi con la panna restante, sciogliere a bagnomaria 3-4 cucchiai di nutkao e versare sulla superficie. Con la carta forno creare una girandola di nutella e con uno stuzzicadenti formare una ragnatela partendo dal centro verso l'esterno e poi al contrario. Posizionare i Kinder Bueno intorno alla torta..
^_^

CASATIELLO NAPOLETANO

casatiello è una torta rustica napoletana tipica del periodo di Pasqua. L’impasto è simile a quello del pane ma prevede l´aggiunta di formaggi e salumi e infine la decorazione con le uova disposte a cerchio sulla torta .. Anche la forma ad anello del casatiello La preparazione è semplice ma bisogna tener presente i tempi di lievitazione. Spesso, quando nella pasta ci sono grassi e ripieno, la lievitatura tarda a verificarsi. La cosa migliore, allora, è prepararlo la sera prima in modo da lasciarlo lievitare tutta al notte prima di cuocerlo. Tenete anche presente che quando aggiungete i salumi e mettete l’impasto a riposare, la lievitazione sarà più lenta. Ingredienti:
1 kg di farina ½ l di acqua 20 gr. di sale 1 panetto di lievito (25 gr.) 300 gr di sugna 200 gr di formaggio pecorino romano 300 gr di salame napoletano 100-150 gr di cicoli (freschi), 300gr di pancetta 5 uova sale, pepe Procedimento: La sera prima impastate la farina con l’acqua, il sale e il lievito (in realtà si dovrebbe usare il criscito o lievito madre, che si preparava un tempo nelle case). Lasciatelo lievitare tutta la notte al caldo coperto con un panno o coperta di lana. La mattina dopo aggiungete la sugna all’impasto e sfregate il tutto tra le mani: questo movimento è molto importante per ottenere una pasta soffice e morbida. Tagliate tutto il formaggio e salumi a dadini. Quando la pasta sarà cresciuta, staccate e tenete da parte una pagnottella e stendete l´impasto rimanente allo spessore di un centimetro. Distribuite su tutta la superficie il ripieno di salumi e formaggio e arrotolate il più stretto possibile la pasta. Ungete di strutto uno stampo largo col buco centrale e sistemate all´interno il rotolo di pasta dandogli la forma di una ciambella. Unite le estremità e rimettete a crescere il casatiello in luogo caldo e coperto da un panno. Dopo almeno due ore di lievitazione, disponete le 5 uova sul castello ad intervalli regolari, e fermatele con delle striscioline incrociate fatte con la pasta che avete tenuto da parte. Infine infornatelo a forno già riscaldato a 170°-180° per un´ora. Prima di toglierlo dallo stampo fatelo intiepidire! Il castello è ottimo sia caldo che freddo e anche riscaldato nei giorni successivi.
^_^